venerdì, Febbraio 23, 2024
HomeIl mesiproposte cittadinoDONATELLA FOGANTE “LA REGINA”

DONATELLA FOGANTE “LA REGINA”

MONTECASSIANO (Macerata) – Ieri, 24 Novembre alle ore 18.30 nella Chiesa di San Marco nel pieno centro storico di uno dei borghi più belli delle Marche, luogo di nascita dell’artista Donatella Fogante, è stata inaugurata la mostra dal titolo “La Regina”.
L’esposizione delle opere, protagoniste sono le refrattarie ma ci sono anche bronzi, argille e un’installazione, fortemente voluta dalla famiglia e affidata alla cura di Serena Scolaro, vuole celebrare l’arte della Fogante, prematuramente scomparsa 5 anni fa, e far rivivere il suo ricordo “concedendoci” di ammirare ciò che di tangibile ci ha lasciato.
La nipote Veronica Rossetti, anch’essa artista tiene a sottolineare “L’invito dal Cif a realizzare questa mostra a Montecassiano, nell’ambito delle iniziative organizzate in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne, non è di certo arrivato a caso: il suo attivismo con le donne e per la Donna risale agli anni ‘70 e inizia proprio qui, a Montecassiano, insieme ad alcune di queste amiche del Cif. Nelle sue opere l’artista ha costantemente riversato il suo coinvolgimento profondo nelle questioni sociali e politiche riguardanti questo tema, sempre trattato con estrema sensibilità. L’invito è rivolto a tutti coloro che l’hanno conosciuta ma anche a chi avrà modo di incontrarla per la prima volta grazie al suo lavoro artistico. Per ogni donna, per le sue amiche, per la famiglia e in questa occasione anche per il suo paese, è lei: “la Regina!”.

Ad aprire la mostra con la sua presentazione artistica è stata Maria Rita Bartolomei, critico, antropologa e docente universitaria:  “Mi piace pensarla – dice della Fogante – come una “Musa ispiratrice” che, nel riprodurre con le sue sculture eleganti e raffinate l’immagine estremamente complessa del femminile contemporaneo, lo interpreta come custode della riproduzione sociale capace di mescolare passato, presente e futuro, e ne celebra l’Eleganza come suo attributo più audace e sublime, in una trama che contiene l’essenza dell’essere madre, moglie, figlia, sorella, amica… donna.”

La curatrice Serena Scolaro, cara amica dell’artista “Donatella aveva un’eleganza innata, era e rimane emblema di tutto ciò che ogni donna potrebbe desiderare di essere e di vivere.

Sarà possibile visitare la mostra fino al 3 dicembre nei seguenti orari: dal Lunedì al Venerdì dalle 18 alle 19.30, il sabato e la domenica dalle 10 alle 19.30 e su richiesta al numero 340 5431654

Capocasa Carlo
Capocasa Carlo
Carlo è ricercatore in campo medico e svolge la sua attività tra la Svizzera e Milano. Si è occupato del miglioramento della qualità di vita del malato oncologico promuovendo e realizzando anche alcuni convegni medico scientifici. Ha la passione per la letteratura classica, la storia e ama collezionare libri antichi. Il suo interesse per la qualità di vita delle persone con patologie che possono determinare fragilità anche sociali, ha motivato l'avvio di alcuni studi che prevedono discipline olistiche e psicoterapia a sostegno del paziente durante il percorso di cure mediche.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments