martedì, Settembre 21, 2021
HomeCosa succede in città#Insiemeperlamusica

#Insiemeperlamusica

 Raccolti oltre 21.000 euro grazie all’asta solidale su Charitystars con Elio e le Storie Tese, Trio Medusa e Cesvi per aiutare le band in difficoltà

 

Un ultimo traguardo per #insiemeperlamusica, la grande iniziativa di raccolta fondi lanciata a giugno a sostegno dei gruppi musicali colpiti dall’emergenza Covid-19. È terminata infatti con successo l’asta solidale alla quale hanno partecipato molti grandi nomi dello spettacolo, mentre rimane ancora attiva fino al 31 dicembre la campagna su Rete del Dono per aiutare la musica a ripartire. Premiate con i fondi raccolti 12 nuove band candidate al bando di concorso dedicato.

Bergamo, 17 dicembre 2020. È stata un successo l’asta solidale lanciata da Elio e le Storie Tese, Trio Medusa e Cesvi su Charitystars, che ha coinvolto 25 grandi personaggi del mondo della musica e dello spettacolo i quali hanno donato i propri oggetti del cuore per sostenere i gruppi musicali in difficoltà a causa della crisi dovuta al Covid-19. Sono stati infatti oltre 21.000 euro i fondi raccolti grazie alla partecipazione di VIP del calibro di Eros Ramazzotti la cui chitarra ha superato i 6.000 euro di donazione; Biagio Antonacci con il suo quadro aggiudicato per oltre 2000 euro; Diletta Leotta che ha raccolto con una lezione privata di fitness 2.900 euro; e ancora Max Pezzali, Samuele Bersani, Cristina D’Avena, Mara Maionchi, Giuliano Sangiorgi e molti altri che si sono generosamente spesi per aiutare la musica a ripartire.

Un ultimo importante traguardo per la grande operazione #insiemeperlamusica lanciata a giugno da Elio e le Storie Tese, Trio Medusa e Cesvi che ha permesso di raccogliere in totale circa 150.000 euro, anche grazie alla campagna attivata sin dall’inizio sulla piattaforma Rete Del Dono, aperta ancora fino al 31 dicembre 2020.

Grazie a questi fondi sono state premiate, con un contributo di 3000 euro ciascuna, un totale di 35 band (23 già premiate e 12 annunciate in questi giorni) tra le molte che si sono candidate al bando di concorso – chiuso il 15 dicembre – presentando un progetto musicale sotto forma di demo di un brano edito o inedito. Le candidature sono state valutate da un comitato tecnico di eccezione, composto da Elio e le Storie Tese, Trio Medusa, Friends & Partners, Cesvi e presieduto da Cristina Parodi, madrina dell’evento che si terrà a Bergamo nel 2021 (data da stabilirsi in base all’emergenza Covid-19): il grande concerto di “fine-sfiga” che vedrà esibirsi per un’ultima volta sul palco gli Elii in compagnia delle band vincitrici e di molti altri illustri ospiti, tra cui alcuni tra i musicisti che hanno partecipato all’asta solidale.

La raccolta fondi di #Insiemeperlamusica non è ancora terminata: resta infatti ancora aperta fino al 31 dicembre la campagna su Rete del Dono con l’obiettivo di sostenere i gruppi musicali ancora fermi in questo difficile momento per il settore.

Un contributo di questa raccolta sarà, infine, devoluto alla Casa del Sorriso di Cesvi in Brasile che offre corsi di musica e spazi prove per i bambini e i giovani musicisti della favela di Manguinhos a Rio De Janeiro, che continua le attività a favore dei propri beneficiari anche durante l’emergenza Covid-19.

Per ripartire la musica ha bisogno di tutti noi. Contribuisci subito donando sul sito https://www.retedeldono.it/insiemeperlamusica.

Media partner dell’iniziativa: Radio Deejay.

 

Si ringrazia Bespeco  www.bespeco.it , la società che ha reso possibile la produzione dei dischi in vinile, e lo storico studio grafico che cura l’immagine di Elio e le Storie Tese, Jekyll e Hyde, www.jeh.it

Ganzetti Raffaella
Sono nata a Milano ormai molti anni fa e nella mia faticosa vita ho effettuato tante esperienze sia umane che professionali. Ho avuto inizialmente esperienze con bambini anche se il mio interesse si è sempre rivolto alla fascia adolescenziale o giovane adulti. Ho avuto la fortuna di lavorare per tanti anni con persone con disabilità sia grave che lieve che ai limiti inferiori di norma, occupandomi dell’aspetto educativo e successivamente terapeutico. L’esperienza mi ha portato a ideare modelli d’intervento sempre maggiormente centrati sulla persona che è l’unico protagonista della sua vita anche in caso di disabilità. Nelle diverse formazioni che ho effettuato a genitori e a personale che si occupa di sociale ho sempre cercato di far comprendere l’importanza dell’ascolto empatico, del contenimento emozionale elementi che nel tempo sono diventati la base del mio metodo. Già Direttore Responsabile di un altro giornale on line la cui redazione era formata da persone con disabilità ora mi accingo a portare avanti un nuovo progetto “Milano più Sociale”
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments