YOGA E SALUTE

0
924

Le parole non possono esprimere tutta l’utilità dello yoga. Bisogna farne l’esperienza. B.K.Iyengar.

Per spiegare cosa è lo yoga vorrei partire dal significato di questa parola: unione.  Unione di noi stessi. Unione della nostra mente con il nostro corpo e con la nostra anima e l’armonia tra queste tre componenti. Infine unione di noi stessi con il resto dell’universo quando con consapevolezza e attraverso l’esperienza comprendiamo che noi siamo l’universo stesso.

Per portare le persone a toccare con consapevolezza se stesse  lo yoga2yoga utilizza il corpo, il respiro e la completa attenzione ad ogni azione. La mente  viene “educata” a lasciare andare i pensieri per collegarsi al corpo, al movimento e al respiro, per toccare la massima potenzialità  in ogni movimento o forma che viene raggiunta.

La pratica sul tappetino  pone le sue basi su due degli otto fondamenti  enunciati da Patanjali negli Yoga Sutra: niyama  che si può riassumere con percezione di se’ e dei propri reali bisogni (ad esempio una sana alimentazione) e  yama ovvero  azione o rapporto con l’esterno, le buone norme di comportamento.

Tali principi non vanno solo studiati nei libri o in quello che ci viene insegnato come giusto e buono ma cercati dentro di noi attraverso la consapevolezza di quello che porta nel concreto ogni singola nostra azione, di che vibrazione porta ogni nostro pensiero, di cosa accade quando ci facciamo dominare dalle emozioni , dalle paure, dai ricordi, dalle nostre identificazioni con ruoli che più o meno interpretiamo nella quotidianità.

L’asana è quindi solo uno dei tanti strumenti che lo yoga utilizza per ritrovare l’armonia tra corpo mente ed anima e infine l’unione di questi tre elementi che ci compongono. La pratica sul tappetino e nella vita inizia con l’ osservazione e l’accettazione di noi stessi. L’attenzione viene quindi diretta e rivolta dentro di noi. Ogni azione diviene quindi consapevole.yoga

In relazione alla pratica lo yoga viene definito da T.K.V.Desikachar nel testo “Il Cuore dello Yoga”, azione compiuta con attenzione totale e continua. 

Ognuno di noi è costituito dalla stessa energia ma è al tempo stesso un essere unico e irripetibile, in quanto l’energia prende forme diverse  soggette a continui cambiamenti.  Pertanto la stessa azione compiuta da più persone porterà effetti diversi. Ritorno quindi alla frase con la quale ho iniziato l’articolo affermando che solo praticando e osservando noi stessi in ogni singolo istante potremo davvero conoscere questa pratica. Sapendo che lo scopo è semplicemente essere ciò che siamo.

Il beneficio che traiamo da questo è uno stato di completo benessere. Per questo lo yoga viene definito una terapia olistica, poiché occupandosi dell’integrità della persona porta a raggiungere quello che viene definito stato di salute.

SHARE
Previous articleAGGIUNGI UNA FOTO
Next articleLA RIABILITAZIONE ONCOLOGICA
Crippa Monica
Monica Crippa Dottoressa in scienze dell’educazione. Insegnante di yoga per adulti. Pratico yoga dall’età di 19 anni e mi sono subito innamorata di questa disciplina. Oltre a comprendere la necessità di concedermi quotidianamente spazi per prendermi cura di me, lo yoga mi ha permesso di conoscermi meglio e di comprendere le necessità del mio corpo. Soprattutto mi permette tuttora di potenziare le mie abilità e di conoscermi in maniera più ampia. Per questo voglio condividere gli strumenti che questa disciplina mette a disposizione, con le persone che sono interessate ad impararle Il mio insegnante di riferimento è Marc Beuvain, allievo diretto di T.K.V. Desikachar con il quale ho studiato la logica dell’insegnamento e i principi basilari di yoga terapia. Nei percorsi per adulti propongo sequenze di asana (posture) , pranayama (tecniche di respirazione), fornisco accenni di Nada Yoga (yoga del suono) ed utilizzo, durante ogni sessione, bhavana (visualizzazioni) e momenti dedicati al rilassamento e alla meditazione. Educatrice ed Insegnante di yoga per bambini. Mi sono laureata in scienze dell’educazione nel 2008. Ho iniziato a proporre lo yoga ai bambini, durante i miei studi universitari, nell’anno 2007, durante il mio lavoro di educatrice con i minori. In seguito, ho deciso che avrei dedicato tutto il mio impegno all’insegnamento dello yoga, ho organizzato singoli incontri e brevi percorsi dove i bambini hanno potuto sperimentare questa disciplina giocando. Ho iniziato il mio percorso di formazione con Wanda Patt nell’anno 2010 e ho terminato con la formazione annuale presso A.I.Y.B. (Associazione Italiana Yoga Bambini) nell’anno 2011. Oltre allo yoga mi occupo di Aura Soma dall’anno 2011 quando ho conseguito l’attestato di consulente di terzo livello. Aura Soma è un sistema olistico che pone le sue basi sul colore. Attraverso le consulenze e la scelta dei colori “che ci assomigliano” tale sistema vuole portarci a conoscerci in profondità, ad unirci alla nostra anima. I due benefici principali di tale sistema possono essere riassunti in tre parole: consapevolezza, armonia, benessere.