Ritorna Bookcity Milano 2018

0
93

Ritorna a Milano Bookcity 2018! E’ quanto è stato affermato nella conferenza stampa che si è tenuta lo scorso 16 ottobre a Milano

Si terrà infatti dal 15 al 18 novembre 2018 la settima edizione di Bookcity Milano, manifestazione dedicata a libri, lettura , editoria, dislocata in diversi spazi della città metropolitana e promossa da Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Umberto e Elisabetta Mauri, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori e Comune Di Miano, con la partecipazione di Treccani Cultura.

Quest’anno saranno 1300 gli eventi distribuiti in oltre 250 sedi.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione tenutasi presso “Teatro Franco Parenti” il giorno 16 ottobre 2018, Giuseppe Sala primo cittadino milanese  afferma : “ Che Milano abbia anche il tempo di leggere in pochi riescono a crederlo. Con BookCity la passione di Milano per i libri e dei libri diventa una grande festa diffusa. I milanesi amano leggere, sfogliare le pagine di un libro o farne scorrere la versione in digitale. Gli eventi non saranno solamente negli spazi normalmente dedicati alla lettura, ma in tutta la città. Questa è la vera forza di BookCity e sono certo che anche quest’anno sarà davvero un grande successo “.

Tra i presenti:Filippo Del Corno Stefano Parise, Giovanna Mori (Soprintendenza Castello, Musei Archeologici e Musei Storici), Achille Mori (Presidente edizione2018).

A disposizione diverse tipologie di location, da luoghi di natura culturale (teatri, università, scuole e biblioteche) a luoghi orientati al sociale ( carceri e ospedali),  fino alle stesse strade della città.

Sarà nel Reparto di Oncologia Pediatrica dell’ Istituto Nazionale dei Tumori che avrà luogo la rappresentazione teatrale narrata del testo Mago Mantella, rivolta a tutti i  bambini che per qualunque causa necessitano di ricoveri ospedalieri.

Bookcity è una realtà ormai consolidatasi da anni, il  cui  scopo primario è l’abbattimento del degrado e della povertà intellettuale ragion per cui,  non potrà non affrontare nel corso di questi quattro giorni tematiche di grossa attualità come integrazione multiculturale e pluralismo  linguistico. Immigrazione, accoglienza, identità saranno oggetto di approfondita elaborazione presso “Casa Emergency”.

Lo sguardo tornerà al passato, in quanto un’attenta analisi della storia è il primo passo per non commettere gli stessi errori e in questo caso diventeranno necessari gli incontri ospitati da “Casa della Memoria”.

La conoscenza è  infatti nostra compagna di viaggio, colei che impedisce di tornare materialmente a vivere le barbarie che furono.

La serata inaugurale a “Teatro Dal Verme”, avrà come protagonista Jonathan Coe che, intervistato da Barbara Stefanelli, ci accompagnerà alla comprensione del mondo in cui viviamo, racconterà austerità e nazismo, identità politiche e la crisi che in questa fase epocale sta colpendo le famiglie. In quest’occasione,  Giuseppe Sala consegnerà allo scrittore il “Sigillo della città”.

Altro ospite internazionale di rilievo lo psichiatra e scrittore Manfred Spitzer, presente nella Sala Viscontea del Castello Sforzesco pronto a guidare il pubblico attraverso il mondo dei social e dell’impatto che questi ultimi hanno sui giovani.Qual è la condizione femminile nel 2018?
Non mancheranno convegni a tema presso “ Associazione Donna&MadreOnlus”.

Milano Più Sociale sarà presente con un tema molto delicato: parleremo infatti di “Dipendenza Affettiva” fenomeno che ai giorni nostri non coinvolge solo la donna ma è presente nell’universo umano.  Il giorno 16 novembre  alle ore 16.00 vi aspettiamo presso Siam (Società d’Incoraggiamento d’Arti e Mestieri).

“Senza cultura e la relativa libertà che ne deriva, la società, anche se fosse perfetta, sarebbe una giungla. Ecco perché ogni autentica creazione è in realtà un regalo per il futuro”.  Albert Camus