sabato, Maggio 28, 2022
HomeCiviltà storia e culturaAppuntamenti d’arte con il C.D.D. “Belotti Pensa”

Appuntamenti d’arte con il C.D.D. “Belotti Pensa”

Riprendono gli incontri legati all’arte nell’ottica che il “talento non ha etichette”.
Questa iniziativa è promossa da un gruppo di persone che frequentano il centro comunale diurno “Belotti Pensa” di Busto Arsizio gestito da Cooperativa Sociale Società Dolce, che fra le tante esperienze hanno avuto anche la possibilità di visitare Palazzo Marliani Cicogna condotti da una guida d’eccellenza, la dott.ssa Silvia Vacca, conservatore museale.
Lo scorso giovedì, infatti, le porte del  Palazzo Marliani Cicogna si sono aperte ed abbiamo potuto ammirare le opere  di quello che oggi è definito  il “Museo Civico Storico Artistico”.

Attualmente il Palazzo ospita le “Civiche Raccolte d’Arte”, complesso di opere dal carattere sacro  del XVIII – XVIII secolo donate da Don Marco Rossi, gruppi di opere dell’Ottocento lombardo tardo romantico  di provenienza lombarda, una serie di opere del Novecento e una sezione contemporanea con artisti come Arturo Tosi.

Nel corso degli anni, ci ha spiegato la dott.ssa Silvia Vacca, la collezione è stata notevolmente incrementata sia con acquisti eseguiti dall’amministrazione comunale, che con elargizioni di opere d’arte effettuate da parte di artisti, associazioni culturali e privati cittadini.  

Inoltre, il 17 febbraio di quest’anno, è stata  inaugurata la mostra (tutt’ora in corso) “ Metamorfosi della natura”, degli artisti giapponesi, nonché padre e figlio, Nobushige e Mitsuki Akiyama; mentre il primo lavora il kozo, fibra di carta derivante dalla lavorazione della corteccia di gelso, il secondo realizza opere con tronchi di gelso e resine, creando una sorta di dialogo fra differenti forme immerse nel classico dualismo pieno / vuoto, orientando, in tal modo, la propria arte alla ricerca dell’armonia tra gli elemento natura / uomo.

Attraverso sale e corridoi, in bilico tra la magia dei tempi e la quotidianità del nostro presente, abbiamo percorso epoche, aprendo la curiosità e l’interesse verso il mondo dell’arte.
La conoscenza ci permette di sviluppare al meglio la creatività di cui i fruitori del C.D.D. “Belotti Pensa” sono portatori, esprimendola poi nel Centro d’Arte di cui sono protagonisti.

Un ringraziamento per questa interessante esperienza va sicuramento a Silvia Vacca e agli assessori Paola Reguzzoni e Manuela Maffioli, i quali ci sostengono nelle nostre molteplici iniziative.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments