QUALCOSA DI VERO

1
728

Dagli scritti giovanili dell’autore, Massimo Baraldi, una poesia che mostra il tormento nell’incontro e nella ricerca di una lei che ci sappia completare e stare vicino.

 

Non posso dire nulla di lei,

non posso dire niente su di lei.

Lei non è una sola

Lei non è un particolare interesse,

una lei specifica non c’è.

La domenica c’è lei per ridere in compagnia,

la sera c’è lei per parlare di cose serie,

il sabato c’è lei per discutere un poco

e ogni tanto c’è lei per far l’amore.

Ma una lei specifica non c’è

Non mi sento legato a nessuno,

tutte allo stesso livello,

meglio libero che legato al vuoto.

E’ impossibile trovare

nella stessa persona

tutto quello che cerchi,

tutto quello in cui credi,

un aiuto da avere se serve

una mano da dare se serve;

tutto in una sola persona non c’è

non c’è.

Una illusione che dura quel poco

che basta per pentirsene un attimo dopo;

una cosa in cui credi,

ti accorgi di vivere ma

è infatuazione di un istante.

Io non mi lego più a lei, chiunque sia lei,

è importante una vita per me

sentirmi qualcuno vicino,

sentire il calore d’un corpo,

sentire vicino un pensiero,

sentire in qualcuno una lei,

un qualcosa di vero.