martedì, Maggio 21, 2024
HomeCosa succede in cittàVolontari di AVS in corsia a Milano e Lecco per le Favole...

Volontari di AVS in corsia a Milano e Lecco per le Favole della buonanotte.

Formazione, raccolta fondi e Milano Marathon

Associazione Veronica Sacchi inizierà, da marzo 2023, il progetto Favole della Buonanotte, presso l’Ospedale San Paolo di Milano e l’Ospedale Manzoni di Lecco.
Oltre a raccontare le favole ai piccoli pazienti, i volontari insegneranno loro a immaginarle e inventarle, dando spazio alla loro creatività. Attraverso i libri, i piccoli pazienti potranno viaggiare, momentaneamente, in mondi fantastici e lontani, ma anche rilassarsi e distrarsi.
Le favole hanno l’obiettivo di alleviare un momento, come quello della buona notte, in cui i genitori sono spesso stanchi e provati emotivamente e in cui i piccoli pazienti non riescono ad ambientarsi in un contesto nuovo, lontano dalla loro casa.

EMOZIONI…
“Interpretando i principali personaggi delle favole, raccontiamo con enfasi storie della buonanotte per far fantasticare i bambini ricoverati.
Ciabatte di peluche, un comodo pigiama e, libro alla mano, si parte per le stanze.
Proprio come succede nella loro cameretta di casa, ci mettiamo a fianco al bambino, non solo per leggere la favola, ma per ricreare il racconto nella stanza e, a un tratto, tutto si anima e spuntano lupi buoni, cappuccetti gialli, principi e principesse puzzettose…eh già non sono le solite favole: cerchiamo di scovare quelle più insolite in modo da attrarre l’attenzione dei più piccoli!
E per i grandicelli…portiamo delle storie anche a loro! Per i più smart si da il via allo storytelling! Sono loro che le inventano. Per i più social, creiamo, attraverso l’improvvisazione, dei canali youtube e, grazie a un pulsantone, saranno loro a cambiare canale!
Ci impegnamo al massimo per provare a far sentire i bambini ricoverati il più possibile a casa.
Quello che ci portiamo nel cuore, a fine turno, sono i sorrisi dei bambini che si trovano immersi nella favola e si sentono protagonisti di un’avventura!”
Matu (volontantario presso L’Ospedale Manzoni a Lecco)

Per regalare una favola della Buonanotte:

Per poter portare a termine il progetto, servono fondi, che saranno, poi, utilizzati per un corso di formazione ad hoc per i volontari con un cantastorie professionista, Luca Chieregato, per i costi organizzativi, assicurativi e per acquistare libri da lasciare nelle pediatrie. A questa raccolta fondi è legato anche l’evento della Milano Marathon (che si terrà il 2 aprile 2023): oltre a correre per noi numerose squadre da tutta Europa, per sensibilizzare il progetto, un clown dottore, l’ultra runner Lorenzo Artioli, correrà l’intero percorso vestito da clown dottore.

Per donare:

Rete del Dono

https://www.retedeldono.it/it/progetti/associazione-veronica-sacchi-odv/favole-della-buonanotte

Oppure con bonifico bancario

Associazione Veronica Sacchi ODV

IBAN  IT53W0623009494000030726153

CAUSALE: Donazione liberale per Favole della Buonanotte

Inserie indirizzo mail nella causale della tua donazione al fine di inviare la ricevuta di donazione per la detrazione dai redditi.
I privati in sede di dichiarazione dei redditi possono detrarre un importo pari al 35% della donazione a favore dell’Associazione Veronica Sacchi ODV.

Per info
www.veronicasacchi.it

Ganzetti Raffaella
Ganzetti Raffaella
Sono nata a Milano ormai molti anni fa e nella mia faticosa vita ho effettuato tante esperienze sia umane che professionali. Ho avuto inizialmente esperienze con bambini anche se il mio interesse si è sempre rivolto alla fascia adolescenziale o giovane adulti. Ho avuto la fortuna di lavorare per tanti anni con persone con disabilità sia grave che lieve che ai limiti inferiori di norma, occupandomi dell’aspetto educativo e successivamente terapeutico. L’esperienza mi ha portato a ideare modelli d’intervento sempre maggiormente centrati sulla persona che è l’unico protagonista della sua vita anche in caso di disabilità. Nelle diverse formazioni che ho effettuato a genitori e a personale che si occupa di sociale ho sempre cercato di far comprendere l’importanza dell’ascolto empatico, del contenimento emozionale elementi che nel tempo sono diventati la base del mio metodo. Già Direttore Responsabile di un altro giornale on line la cui redazione era formata da persone con disabilità ora mi accingo a portare avanti un nuovo progetto “Milano più Sociale”
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments