martedì, Novembre 30, 2021
HomeCosa succede in cittàTORNA IL GALA CHARITY DINNER DI FONDAZIONE CESVI A SOSTEGNO DELLE CASE...

TORNA IL GALA CHARITY DINNER DI FONDAZIONE CESVI A SOSTEGNO DELLE CASE DEL SORRISO E DEI BAMBINI DI TUTTO IL MONDO

Imprenditori, personaggi dello spettacolo e rappresentanti del territorio milanese e bergamasco alla Charity Dinner di Fondazione Cesvi alla Triennale di Milano per supportare la campagna “Quando sarò Grande”. Raccolti oltre 17.000 euro attraverso un’asta solidale per sostenere le Case del Sorriso.

Milano, 12 novembre 2021. Tornano, a Milano, gli eventi solidali in presenza. La Triennale di Milano ha ospitato la quarta edizione della Charity Dinner di Fondazione Cesvi, organizzata in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Si tratta del primo evento solidale in presenza organizzato dalla Fondazione dopo il blocco causato dall’emergenza coronavirus.

Il leitmotiv della serata è stato Quando sarò Grandela campagna di Cesvi che vuole dare voce ai sogni dei bambini e che vuole affermare che ogni minore, in Italia, quanto negli altri Paesi del mondo, ha il diritto di sognare un futuro migliore in cui è protagonista della propria vita e del proprio futuro. La cosa più frequente che capita quando si interagisce con minori vulnerabili in tutto il mondo, infatti, è la triste constatazione del fatto che hanno perso la capacità di sognare. Sono sopraffatti da un presente che vede non soddisfatti i loro bisogni materiali, affettivi, educativi. Perdono la capacità di aspirare a una condizione diversa rispetta a quella in cui si trovano. Ma quando a queste giovani donne e uomini viene data la possibilità di essere ascoltati, quando si riesce a stimolarli e ad avviare un percorso che rafforzi l’autostima e la capacità di vedersi come protagonisti della propria vita e del futuro, allora nulla può fermarli. In particolare, durante la serata, sono state presentate le Case del Sorriso, luoghi di tutela e cura dell’infanzia dove i bambini riprendono a sognare che forniscono servizi supporto alimentare, educativo, psicologico e di avviamento lavorativo a minori che si trovano in situazioni di estrema fragilità (orfani, minori che vivono in strada o in stato di abbandono, bambini vittime di sfruttamento, trascuratezza materiale e affettiva e violenza anche nel contesto familiare vittime delle negazione dei più basilari diritti come quello di ricevere cibo e nutrimento, istruzione, cure).

La charity dinner Quando Sarò Grande è stata presentata da Cristina Parodi, ambasciatrice da oltre 20 anni di Cesvi, e Germano Lanzoni. Ad allietare la serata, con alcuni dei loro brani più celebri, gli artisti Chiara Galiazzo e Raphael Gualazzi.

Tra i partecipanti anche molti personaggi del mondo dello spettacolo, tra cui: ilcantautore, compositore e polistrumentista Ermal Meta, che si è esibito a sorpresa; la conduttrice televisiva Benedetta Parodi e il marito Fabio Caressa, giornalista, conduttore e telecronista sportivo; la conduttrice televisiva Filippa Lagerbäck; l’autrice Michela Proietti e la giornalista televisiva Francesca Senette.

Durante la serata si è conclusa l’asta di solidarietà lanciata dalla Fondazione su CharityStars per sostenere le Case del Sorriso. L’iniziativa ha permesso di raccogliere complessivamente 17.780 euro.

Tra gli articoli generosamente messi a disposizione per l’asta, un’esperienza straordinaria grazie al pacchetto “Torino Tennis Experience 21-22 novembre 2021”, occasione unica per vivere il gran finale della stagione del tennis maschile con soggiorno, transfer, pranzo o cena inclusi, offerti da Intesa Sanpaolo. All’asta anche i preziosi gioielli di Scavia; borse e accessori di Tod’s; voucher per la realizzazione di abbigliamento su misura di Albini Group; un sofisticato abito di Crida, e i ricercati gioielli artigianali di Agapanthus. Tra le aziende

che hanno partecipato all’iniziativa solidale anche DHL Express Italy che ha donato una speciale borsa ecosostenible realizzata con le nuove ecoflyer DHL insieme a Camera 60 Studio; Catellani & Smith che ha donato l’iconica lampada artigianale Fil de Fer, le prestigiose cantine Valdo e Ferrari Trento con speciali bottiglie. Battuti all’asta anche esperienze benessere e gourmet come una gift box de LeFay Resort, un esclusivo soggiorno al Forte Village Resort in Sardegna, e un voucher per il ristorante stellato Da Vittorio o i suoi prodotti Selection.

Cesvi attraverso la campagna “Quando sarò Grande” da anni si impegna a proteggere la vita e la salute dei bambini in situazione di trascuratezza in Zimbabwe, Sudafrica, Haiti, Brasile, Perù e India, promuovendo la realizzazione dei loro diritti fondamentali attraverso il progetto Case del Sorriso, dove bambine e bambini trovano cibo, cure, istruzione e opportunità di costruirsi un futuro migliore. La Fondazione interviene anche in Italia con per prevenire, identificare e contrastare i fenomeni di trascuratezza, maltrattamento e abuso ai danni di minori affrontando il problema a più livelli: individuale, familiare e comunitario. Inoltre, nel 2022 Cesvi inaugurerà delle nuove Case del Sorriso a Napoli, Bari e Siracusa.

La serata è stata realizzata anche grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo con FurFunding, la piattaforma di Intesa Sanpaolo per la raccolta fondi in favore di progetti solidali.

Media partner ufficiale il magazine “Grazia”, edito dal Gruppo Mondadori.

Ufficio Stampa Atlantis Company

Martina Ripamonti: martina.ripamonti@atlantiscompany.it – 375.5268616

Maria Chiara Zilli: mariachiara.zilli@atlantiscompany.it – 375 5637748

Alessia De Rubeis:  alessia.derubeis@atlantiscompany.it – 334.9610869



Ganzetti Raffaella
Sono nata a Milano ormai molti anni fa e nella mia faticosa vita ho effettuato tante esperienze sia umane che professionali. Ho avuto inizialmente esperienze con bambini anche se il mio interesse si è sempre rivolto alla fascia adolescenziale o giovane adulti. Ho avuto la fortuna di lavorare per tanti anni con persone con disabilità sia grave che lieve che ai limiti inferiori di norma, occupandomi dell’aspetto educativo e successivamente terapeutico. L’esperienza mi ha portato a ideare modelli d’intervento sempre maggiormente centrati sulla persona che è l’unico protagonista della sua vita anche in caso di disabilità. Nelle diverse formazioni che ho effettuato a genitori e a personale che si occupa di sociale ho sempre cercato di far comprendere l’importanza dell’ascolto empatico, del contenimento emozionale elementi che nel tempo sono diventati la base del mio metodo. Già Direttore Responsabile di un altro giornale on line la cui redazione era formata da persone con disabilità ora mi accingo a portare avanti un nuovo progetto “Milano più Sociale”
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments