martedì, Ottobre 19, 2021

Amico viandante, di Diego Gambini.

È chiaro, amico caro, compare,
che siamo viandanti che devono andare 
per strade, a noi, più illuminate,
sentire le voci di altre case, altre città,
di chi vive le proprie esperienze senza
moralismi o tinte di falsità. 
Lasciamo nei porti gli amori facili. 
Dileguiamoci da questa folla opprimente che vuole solo ripetere le stesse canzoni. 
Gettiamoci nelle lenzuola della vita vera. 
Abbiamo pensato da piccoli di essere già vecchi e perditempo quando tutto è ancora fattibile e possibile. 
Scegliamo i nostri sentieri. 
Sbagliamo liberamente. 
Baciamo incessantemente 
e passionalmente le muse 
che incontreremo. 
Smettiamo di credere nei porti sicuri. 
Le nostre vie si aprono in strade di pensieri 

Dipinto e poesia di Diego Gambini

Ganzetti Raffaella
Sono nata a Milano ormai molti anni fa e nella mia faticosa vita ho effettuato tante esperienze sia umane che professionali. Ho avuto inizialmente esperienze con bambini anche se il mio interesse si è sempre rivolto alla fascia adolescenziale o giovane adulti. Ho avuto la fortuna di lavorare per tanti anni con persone con disabilità sia grave che lieve che ai limiti inferiori di norma, occupandomi dell’aspetto educativo e successivamente terapeutico. L’esperienza mi ha portato a ideare modelli d’intervento sempre maggiormente centrati sulla persona che è l’unico protagonista della sua vita anche in caso di disabilità. Nelle diverse formazioni che ho effettuato a genitori e a personale che si occupa di sociale ho sempre cercato di far comprendere l’importanza dell’ascolto empatico, del contenimento emozionale elementi che nel tempo sono diventati la base del mio metodo. Già Direttore Responsabile di un altro giornale on line la cui redazione era formata da persone con disabilità ora mi accingo a portare avanti un nuovo progetto “Milano più Sociale”
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments