domenica, Agosto 1, 2021
HomeMedicine a confrontoLE TECNOLOGIE AL SERVIZIO DELLA DISABILITA’.

LE TECNOLOGIE AL SERVIZIO DELLA DISABILITA’.

Il rapporto tra tecnologie e disabilità è stato protagonista di importanti cambiamenti e novità, anche grazie alla rivoluzione digitale.

Il tema della tecnologia è sempre stato imperante e pensiero costante nella vita dell’uomo.

I primi segni di una “tecnologia” rudimentale sono già presenti all’epoca dell’Antica Grecia, dove il rapporto uomo, divino e tecnica rappresentava un importante argomento e un costante ammonimento, relativamente ai limiti che l’uomo ancora non poteva superare.

Andando avanti negli anni, fino ad arrivare ai giorni nostri, anche la cinematografia si è fatta portatrice di tematiche riguardanti le diverse tecnologie esistenti o pseudo tali; non mancano, infatti, film e fiction nei quali si parla di supporti tecnologici o invenzioni meccaniche per migliorare la qualità della vita degli uomini.

 

La tecnologia è, quindi, sempre stata considerata il regno dell’accessibilità e un mezzo per aumentare le proprie possibilità, ma anche l’ambito nel quale l’uomo prende consapevolezza dei suoi limiti.

Proprio a fronte di questa sua debolezza, l’uomo ha cominciato a pensare che le tecnologie che negli anni sono state create, potessero essere sfruttate per migliorare le proprie condizioni e prestazioni anche a livello della vita quotidiana.

Il continuo evolversi di questi strumenti  e la recente rivoluzione digitale hanno reso possibile la creazione di un fondamentale sodalizio tra tecnologia e disabilità, con lo scopo di arricchire la qualità della vita delle persone con disabilità.

Si pensi, per esempio, allo sport: in questo  ambito grossi nomi legati alla tecnologia si sono interessati al tema della disabilità, creando supporti “ad hoc” per rendere possibile anche a queste persone lo svolgimenti di attività sportive.

Nel caso del nuoto, infatti, sono state realizzate delle cuffie per nuotatori non vedenti, dotate di sensore in grado di emettere delle vibrazioni, segno che l’atleta deve effettuare la virata a fine vasca: tale segnale viene inviato sfruttando la tecnologia Bluetooth, quindi in wireless e in tempo reale.

Un altro campo in cui la tecnologia è ampiamente utilizzata in favore della disabilità è relativo al mondo della domotica; a questo proposito si sono, realizzati strumenti e applicazioni che rendono più facile e accessibile la gestione e organizzazione di alcune attività di vita quotidiana, come fare la spesa online e la relativa consegna a casa, attivare lavastoviglie e lavatrice pronunciando una semplice frase.

Questi sono solo alcuni esempi di tecnologie finalizzate ad aumentare l’autosufficienza e l’autonomia delle persone e a rendere migliore la qualità della loro vita.

 

 

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments