Voci della storia. Franco Cardini racconta Francesco Petrarca.

0
414

Dopo Dante Alighieri  a “Voci della Storia. Festival storico letterario“, sotto la lente d’ingrandimento Francesco Petrarca e i suoi tempi.
Ad affiancare Eva Musci, direttrice artistica e ideatrice della manifestazione che, data l’emergenza sanitaria si svolge online, lo storico e saggista Franco Cardini.
La serata, quasi un “fuori programma”  è stata fortemente richiesta dal pubblico in seguito all’affermazione di Cardini circa la sua “antipatia personale” nei confronti di Petrarca.
Franco Cardini analizza la nascita, quello che oggi chiamiamo cognome, la famiglia  e il contesto storico in cui quest’ultimo nacque e crebbe.

Nato ad Arezzo nel 1304 figlio di un esule, Ser Petracco e di Eletta Cangiani, così viene raccontato da Cardini :”Ser Petracco non sappiamo chi fosse, Petracco risulta essere una sorta di soprannome o forse di peggiorativo, nel senso di brutto, se poi fosse brutto o meno, non lo sappiamo. Sono soprannomi che poi tendono a diventare cognomi. Francesco per non chiamarsi Francesco Petracco o Di Petracco o Petracci, latinizza il proprio cognome, anche se questi ultimi sono recenti”.
Prosegue: “ Petrarca dunque, deriva dalla latinizzazione del proprio patronimico, che diviene Petrarca, più eufonico, che significa anche arca di pietra, la quale richiama i reperti romani, che in quel periodo iniziavano ad essere molto positivamente valutati. Petrarca è il primo  personaggio della modernità o per lo meno del tardo medioevo che fa molto valere le sue caratteristiche mediatiche, inaugura l’industria della fama, coltiva la sua immagine e un interesse per la sua immagine”.
Uomo di spessore culturale, divenne consigliere di grandi nomi. Unico problema la cattiva amministrazione del patrimonio lasciatogli dal padre.
Verso il 1330 si trovò  impoverito e abbracciò lo stato ecclesiastico, come da consuetudine.
Quelli sopra riportati sono solo alcuni stralci di un  interessantissimo viaggio attraverso spazio, tempo,  percorsi storici e personali.
Per chi avesse perso la diretta https://www.facebook.com/VociDellaStoria

Colgo l’occasione  per ricordare che “Praga, capitale segreta d’Europa”, ultima opera del professor Cardini sarà presentata da Voci della Storia nel corso della diretta del I dicembre ore 21.00.
La macchina organizzativa si è inoltre mossa per consegnare ai lettori che ne faranno richiesta una copia arrecante firma autografa dello stesso, un piccolio gesto simbolico per sentirci vicini, seppur lontani al nostro autore.

In  tal modo  viene concessa la possibilità al settore cultura di dominare su questi tempi oscuri.
Da lettrice e redattrice, il mio messaggio personale è: leggete, leggete, leggete, date spazio alla curiosità che permette di crescere e ampliare le vedute, esplorate mondi, vicini e lontani.
Fuggite dalle manipolazioni derivanti dall’ignoranza.

Per info e prenotazioni numero whatsapp 3409125934
direzione.vocidellastoria@gmail.com