KIMAP Mappatura Collettiva dell’accessibilità delle strade.

0
181

A cura di AISM Milano e KIMAP

L’iniziativa è rivolta ai cittadini con disabilità motoria che si spostano su sedia a rotelle elettrica o scooter elettrico; può però partecipare chiunque in veste di accompagnatore. I primi faranno una mappatura completa delle condizioni di percorribilità delle strade; i secondi eseguiranno le annotazioni puntuali e scatteranno foto geo referenziate ai fattori di accessibilità incontrati). Si mapperà un percorso di 500 metri partendo da Piazza Castello a Milano.

L’iniziativa aprirà alle ore 07.00 e chiuderà entro le ore 12:30.

Piazza Castello, Milano (davanti alla fontana)

Prenotazione consigliata

Per info e prenotazioni: armando.dei@kinoa.tech, 3473664567

L’evento si svolgerà anche in caso di pioggia.

Valentina La Martina

Interventi, Politiche sociali e Rete Associativa

AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla Onlus

Sezione Provinciale di Milano

Via Duccio di Boninsegna 21

20145 Milano

Tel. 02/48955429  3358798041

Fax 02/48953731

SHARE
Previous articleIl primo workshop di WikiPoesia si terrà a Dervio sabato 22 febbraio alle ore 16.
Next articleMILANO MARATHON 2020: DIVENTA RUNNER PER BENE!
Ganzetti Raffaella
Sono nata a Milano ormai molti anni fa e nella mia faticosa vita ho effettuato tante esperienze sia umane che professionali. Ho avuto inizialmente esperienze con bambini anche se il mio interesse si è sempre rivolto alla fascia adolescenziale o giovane adulti. Ho avuto la fortuna di lavorare per tanti anni con persone con disabilità sia grave che lieve che ai limiti inferiori di norma, occupandomi dell’aspetto educativo e successivamente terapeutico. L’esperienza mi ha portato a ideare modelli d’intervento sempre maggiormente centrati sulla persona che è l’unico protagonista della sua vita anche in caso di disabilità. Nelle diverse formazioni che ho effettuato a genitori e a personale che si occupa di sociale ho sempre cercato di far comprendere l’importanza dell’ascolto empatico, del contenimento emozionale elementi che nel tempo sono diventati la base del mio metodo. Già Direttore Responsabile di un altro giornale on line la cui redazione era formata da persone con disabilità ora mi accingo a portare avanti un nuovo progetto “Milano più Sociale”