CORSO “TECNICA ZONALE DEL PIEDE: I FONDAMENTALI”

0
1267

Si tratta di un corso aperto a tutti. Ampia parte del programma è riservata alla pratica e ogni allievo viene seguito e impegnato materialmente durante il corso.

Non si tralascia, comunque, un accurato approfondimento teorico, basato sulla storia, le possibilità e caratteristiche della riflessologia, rapporto zonaleanatomico,cenni di fisiologia ecc….

Il corso si sviluppa sulla tecnica di base in riflessologia zonale del piede che permetterà ai partecipanti di acquisire la conoscenza di punti specifici e la capacità di esercitare un massaggio completo di tutta la pianta del piede.

MODALITA’: l’insegnante mediante l’uso di videoproiettore tabelle e disegni, mette in relazione il luogo anatomico con la zona specifica sul piede. La zona è poi evidenziata con una dimostrazione pratica e analitica che il partecipante ripete acquisendo manualità e apprendendo i punti specifici. Volta per volta unisce le varie zone imparando la mappatura zonale del piede secondo il metodo dott. W. Fitzgerald e successive rielaborazioni. Acquisite le basi e dopo la verifica dell’insegnante della giusta collocazione sul piede, si procede all’applicazione della tecnica acquisendo in questo modo la capacità di esercitare una manipolazione completa sui piedi.

 PROGRAMMA: il corso è previsto per un massimo di 12 persone e secondo l’insegnamento Dr. Fitzgerald ed evoluzioni (6 giorni )(dalle ore 8,30- 9 alle 17).

11-12 Febbraio 2017

25 – 26 Febbraio 2017

11 – 12 Marzo 2017

 1° GIORNO 11 Febbraio

ore 8,30-9,30: Incontro con gli allievi. Inizio corso.

ore 10,00: Brevi cenni storici sulla riflessologia “dagli antichi egizi al dott. W. FITZGRALD”.

ore 10,00-10,30: Anatomia del piede. Divisione delle zone del piede. Metodologia e criterio di identificazione della tecnica zonale del piede.

ore 10,30-11,30: Apparato scheletrico – muscolare.Anatomia, comparazione con le zone del piede. Criteri e andamento del massaggio.

ore 11,30-12,00: Dimostrazione sul piede, da parte del docente, dell’apparato osteo – muscolare.

ore 12,00-12,30: ESERCITAZIONE degli allievi sotto la guida del docente sull’apparato trattato.

ore 12,30-13,30: Pausa pranzo.

ore 13,30-14,30: Ripasso dell’apparato osteo – muscolare . Apparato respiratorio.

ore14,30-15,00: Apparato cardio-circolatorio. Apparato genito urinario. Anatomia, comparazione con le zone del piede . Criteri e andamento del massaggio

ore 15,00-15,30: Dimostrazione sul piede,da parte del docente,degli apparati intro-dotti nel pomeriggio e ripasso degli apparati visti nella mattinata.

ore 15,30-17,00: ESERCITAZIONE degli allievi sull’apparato respiratorio, cardio-circolatorio, genito- urinario. Ripasso dell’apparato osteo – muscolare.

 

2° GIORNO 12 Febbraio

ore 8.30: Incontro con gli allievi. Inizio seconda giornata.

ore 9,00-9,30: Ripasso teorico-pratico dei seguenti apparati: osteo – muscolare respiratorio, cardiocircolatorio, genito-urinario. Il docente è a disposizione per i quesiti teorici e pratici.

ore 9,30-10,30: Apparato linfatico. Anatomia e comparazione con le zone riflesse. Criteri,considerazioni fisiologiche ed andamento del massaggio. Dimostrazione pratica del docente sull’apparato linfatico.

ore 10,30-12,30: ESERCITAZIONE degli allievi, in particolare sull’apparato linfatico eventuale ripasso di tutti gli apparati vistinella prima giornata.

ore 12,30-13,30: Pausa pranzo

ore 13,30-14,00: Ripasso dell’apparato linfatico e degli organi linfatici. A richiesta ripasso rapido di tutti gli apparati fatti.

ore14,00-15,00: Apparato, digerente, fegato, cistifellea, pancreas. Anatomia, comparazioni con le zone riflesse e considerazioni fisiologiche. Criteri e andamento del massaggio.

ore 15,00-15,30: Dimostrazione sul piede,da parte del docente, dell’apparato digerente.

ore 15,30-17,00: ESERCITAZIONE degli allievi sull’ apparato digerente ecc. insistendo più volte. Ripasso dell’apparato linfatico visto al mattino. Si termina con un massaggio che comprendegli apparati introdotti nella prima e seconda giornata.

 

3° GIORNO 25 Febbraio

ore 8.30: Incontro allievi e inizio della terza giornata.

ore 9,00-10,00: Ripasso teorico-pratico degli apparati già presi in considerazioni. Il docente è a disposizione per i quesiti teorici e/o pratici.

ore 10,00-11,30: ESERCITAZIONE massaggio che comprende gli apparati introdotti nella prima e seconda giornata.

ore 11,30-12,30: Organi di senso, occhi ,orecchie, vestibolo.Sistema nervoso: cervello, cervelletto; punti sciatici inferiore e superiore, plesso solare; apparato endocrino. Anatomia, comparazione con le zone riflesse, criteri ed andamento del massaggio. Dimostrazione pratica del docente

ore 12,30-13,30: Pausa pranzo

ore 13,30-14,00: A richiesta ripasso rapido di tutti gli apparati fatti.

ore 14,00-14,30: ESERCITAZIONE degli allievi sui punti nuovi introdotti e ripasso, in particolare, di ciò che il docente ritiene utile.

ore 14,30-17,00: ESERCITAZIONE sul massaggio completo da parte degli allievi. Pratica…Pratica…Pratica

 

4° GIORNO 26 Febbraio

ore 8.30-9,30: Incontro con gli allievi.

ore 10,00-11,00: Ripasso teorico-pratico degli apparati già presi

11,00-12,30: ESERCITAZIONE del massaggio

ore 12,30-13,30: Pausa pranzo

ore 13,30-14,30: Come, quando, perché pressione, durata, frequenza indicazioni e controindicazioni limite della

tecnica cosa attenderci cosa aspettarci limite del “guaritore”; ecc. manovre di rilassamento e dimostrazione da parte del docente .

ore 14,30-17,00: ESERCITAZIONE sul massaggio completo da parte degli allievi.

 

5° e 6° GIORNO 11 – 12 Marzo

ore 8.30-9,30: Incontro con gli allievi.

ore 9,30-17,00: Ripasso e il docente risponde a tutte le domande Pratica Pratica Pratica

DOVE SU SVOLGE IL CORSO: IL CORSO SARA’ TENUTO A Milano in Via Mosè Bianchi, n°94

IL CORSO E’ ORGANIZZATO DA:

A.I.A.P. Associazione Internazionale Amici del Piede

www.associazioneaiap.it

Via S. Cecilia, 20 – 20061 Carugate MI

verrà richiesto un contributo 500€ per associati A.I.A.P.

Materiale distribuito: Mappa dei punti zonali , dispensa del corso.

Per contattare il docente:a.magliorifl@tiscalinet.it tel. 338 9519834

Iscrizioni: associazione.aiap@gmail.com oppure telefonicamente Silvana:Tel 02 6170694 cellulare 339 152 0568

VI ASPETTIAMO

SHARE
Previous article… E LA TERRA TORNA ANCORA A TREMARE ….
Next articlePENNETTE ALLA ZINGARA
Ganzetti Raffaella
Sono nata a Milano ormai molti anni fa e nella mia faticosa vita ho effettuato tante esperienze sia umane che professionali. Ho avuto inizialmente esperienze con bambini anche se il mio interesse si è sempre rivolto alla fascia adolescenziale o giovane adulti. Ho avuto la fortuna di lavorare per tanti anni con persone con disabilità sia grave che lieve che ai limiti inferiori di norma, occupandomi dell’aspetto educativo e successivamente terapeutico. L’esperienza mi ha portato a ideare modelli d’intervento sempre maggiormente centrati sulla persona che è l’unico protagonista della sua vita anche in caso di disabilità. Nelle diverse formazioni che ho effettuato a genitori e a personale che si occupa di sociale ho sempre cercato di far comprendere l’importanza dell’ascolto empatico, del contenimento emozionale elementi che nel tempo sono diventati la base del mio metodo. Già Direttore Responsabile di un altro giornale on line la cui redazione era formata da persone con disabilità ora mi accingo a portare avanti un nuovo progetto “Milano più Sociale”