Emozioni Bestiali

0
803

Il mito dell’uomo come unico detentore di emozioni viene annebbiato da quanto scritto in questo libro

“Emozioni bestiali” e’ un libro scritto dal veterinario Diego Santini. E’ un viaggio alla scoperta dei sentimenti degli animali con la speranza d’imparare ad avere un rapporto migliore con loro e con noi stessi.
Santini sostiene che non sia possibile che soltanto all’uomo sia concesso di emozionarsi. Questa affermazione e’ condivisa dallo psicoterapeuta Fausto Manara che conferma l’esistenza di una parte animale nelle emozioni. Per gli animali come per noi non sarebbe possibile vivere senza emozionarsi e chi si esprime in modo diverso dall’uomo non e’ vero che non provi sentimenti o emozioni. Del resto la capacità di emozionarsi supera la capacità di ragionamento sia in noi che in loro.
Una dote di cui sono sorprendentemente ricchi gli animali e’ l’empatia e se lo diamo per scontato per i cani e per i gatti, un po’ ci sorprende scoprirlo anche per i pesci, gli elefanti, i corvi, i delfini e addirittura i topi.
Il “sesto senso” degli animali e’ proverbiale. In Giappone le tortore sono utilizzate per prevedere i terremoti. In Brasile i gatti sono impiegati per conoscere in anticipo l’arrivo dei cicloni.

libro-emozioni-bestiali-milano-piu-socialeSantini dice che essere amici degli animali e’ facile. E’ sufficiente rispettarli e accettare la loro vera
natura. Ogni essere vivente e’ diverso , ma nonostante ciò non ci sono ostacoli alla comunicazione, alla comprensione e ad una convivenza serena.
Nel libro si parla anche di chi li ama. Sarebbe giusto scegliere gli animali, oltre alle preferenze soggettive, tra le altre cose, anche in base al nostro temperamento.

C’e’ chi e’ tipo da cane e chi da gatto.

Si arriva alla considerazione che chi sceglie di vivere con un animale non possa essere una persona scontata. Io che ho il piacere di condividere la mia vita oltre che con Maurizio con Teo un delizioso micio coccolo, sono lusingata di appartenere a questa categoria.

SHARE
Previous articleUno sguardo verso il futuro
Next articleOmeopatia, regola e scuola di vita
Beolchi Daniela
Dopo aver lavorato tanti anni al Corriere della Sera ora sono felicemente in pensione e posso dedicarmi a ciò che mi interessa e che amo: gli animali, la natura, l’arte e la storia. Sono convinta che se gli uomini traessero insegnamento da uno studio attento della storia eviterebbero di ricadere sempre negli stessi errori alimentati dalla sete di potere e di ambizione di pochi che rovinano la vita di molti.