domenica, Aprile 14, 2024
HomeIl mesiproposte cittadinoC’E’ TEMPO TOUR AL TEATRO MUNARI DI MILANO.

C’E’ TEMPO TOUR AL TEATRO MUNARI DI MILANO.

C’è Tempo OdV, associazione di volontariato marchigiana che opera in tutta Italia con lo scopo di divulgare in materia di prevenzione oncologica, diritti delle persone malate/guarite e dei loro caregivers tramite progetti artistici informativi e divulgativi, arriva a Milano con il suo C’è Tempo Tour, progetto ospitato in teatri e festival italiani dal 2019 con lo scopo di raccontare la storia oncologica di Laura Marziali, founder del progetto, e di dare spazio ad un panel divulgativo con professioniste e professionisti del settore medico e sanitario del territorio. L’evento è patrocinato dal Comune di Milano e supportato dal main sponsor UNIQA Pea Cosmetics.

Dopo 20 tappe in varie regioni italiane, questa sera alle ore 20:30 il Tour farà tappa al Teatro Munari di Milano in Via Giovanni Bovio 5. (I mezzi pubblici disponibili sono: MM3 – fermate Maciachini o Dergano, il Tram 4 – fermata Maciachini M3 e gli Autobus 70, 82 – fermate Maciachini M3 o Dergano.)

Sul palco Laura Marziali che nell’ultimo anno è stata testimone importante per la legge sul diritto all’oblio oncologico intervenendo in diversi congressi, trasmissioni e anche alla Camera dei Deputati, insieme all’attrice Candy Castellucci: attraverso la narrazione, il dialogo e l’improvvisazione, la storia inizia con una diagnosi oncologica per poi condurre all’interno di varie tematiche come il nuovo paradigma della malattia e della vulnerabilità; la trasformazione del corpo; la paura ma anche la speranza; la solitudine a volte necessaria e le priorità che cambiano; il diritto all’oblio oncologico e le necessità delle persone in follow-up. La regia è di Leonardo Accattoli, l’aiuto regia di Roberto Rotondo.

A seguire dopo un breve cambio setting, il panel moderato da Clara Marziali, co-founder di C’è tempo OdV, presentatrice e TEDx speaker. Gli ospiti e gli argomenti della serata sono:

Prevenzione e screening ginecologici a cura della Dr.ssa Eleonora Petra Preti, ginecologa, con un incarico ad alta specializzazione Unità Ginecologica Preventiva allo IEO, Istituto Europeo di Oncologia

Il diritto all’oblio oncologico in Italia a cura della Dr.ssa Nicla La Verde, Direttore dell’Oncologia Dell’Ospedale Sacco e membro del CdA di Fondazione AIOM

Determinanti sociali e dei fattori di rischio oncologico nelle persone transgender a cura del Dr. Davide Dalu, Responsabile di Struttura Semplice Oncologia ad indirizzo infettivologico nell’Oncologia dell’Ospedale Sacco di Milano

Le questioni psicologiche e spirituali negli adolescenti malati di cancro a cura del Il Dr. Carlo Clerici, Medico Specialista in Psicologia Clinica e Professore Associato in Statale; Dirigente Medico in Pediatria presso IRCCS, Istituto Nazionale dei Tumori di Milano

I trigger warning della serata sono: malattia / oncologia / linguaggio medico / linguaggio terapie / discriminazioni

L’evento è gratuito e, chi vorrà supportare economicamente il Tour, potrà farlo in modo liberale all’ingresso del teatro.

Per prenotazioni

https://www.eventbrite.com/e/biglietti-ce-tempo-tour-ti-racconto-la-mia-storia-719426563217?aff=oddtdtcreator

Ganzetti Raffaella
Ganzetti Raffaella
Sono nata a Milano ormai molti anni fa e nella mia faticosa vita ho effettuato tante esperienze sia umane che professionali. Ho avuto inizialmente esperienze con bambini anche se il mio interesse si è sempre rivolto alla fascia adolescenziale o giovane adulti. Ho avuto la fortuna di lavorare per tanti anni con persone con disabilità sia grave che lieve che ai limiti inferiori di norma, occupandomi dell’aspetto educativo e successivamente terapeutico. L’esperienza mi ha portato a ideare modelli d’intervento sempre maggiormente centrati sulla persona che è l’unico protagonista della sua vita anche in caso di disabilità. Nelle diverse formazioni che ho effettuato a genitori e a personale che si occupa di sociale ho sempre cercato di far comprendere l’importanza dell’ascolto empatico, del contenimento emozionale elementi che nel tempo sono diventati la base del mio metodo. Già Direttore Responsabile di un altro giornale on line la cui redazione era formata da persone con disabilità ora mi accingo a portare avanti un nuovo progetto “Milano più Sociale”
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments