mercoledì, Ottobre 20, 2021

Tu sei quegli specchi.

Tu sei quegli specchi
che mi allargano le vedute,
gli occhi tuoi verdi,
quegli occhi accesi
che mi trasportano nel ventre
delle tue brezze.
Silenziosa,
col tuo passare felino,
cammini sopra quel pianoforte, 
all’ombra delle tende,
cammini sopra di me
alla luce del tuo sorriso;
lì, il sole ti baciava
dove non arrivavo io 
nel baciarti con più foga.
Cammini nuda
nei miei pensieri, 
ma, non giudicarmi in malo modo,
la mia mente ti spoglia da sola,
perché sei un dipinto
che dev’essere agognato e invidiato,
i tuoi colori che ti definiscono
sono ogni parola d’amore dette, per te,
che ti hanno ancora di più illuminato, 
in una stanza che sarebbe fredda e tetra,
senza lo spettacolo della tua luce e bellezza.
Ti ammiro in silenzio. 
È questo quello che faccio nei miei silenzi. 
Nei miei silenzi ti guardo. 
Voglio guardarti. 
Voglio capirti. 
Essere il profumo appoggiato sul tuo collo.
Volerti capire ancora di più.
Vederti schiumosa e ondeggiante.
Questo è quello che il tuo corpo
mostra quando sei libera, 
quando si spoglia 
di ogni paura e timore.
Straccia le nottate buie.
Stracciale e lasciati vivere.
Butta tutto quanto nei borghi vuoti,
dove s’incontrano i fantasmi spenti
di quelli che non ha mai cercato 
d’essere chi volevano che fossero.
E mentre tu mi addomesticavi
a stringerti di più e trovare altri specchi di te,
io cercavo di viverti colorandomi dei tuoi colori.

Sei una creatura notturna e lucente,
che descrivo in ogni tua movenza,
ma che non riesco mai a raggiungerti appieno;
inchiodato nei tuoi specchi, 
vedo ogni cosa di te, 
anche che la tua bocca è per qualcun altro e a domandarmi: 
“Cosa scrivo a fare? 
È solo un’agonia, un’illusoria fantasia. “
Perché tutte queste righe?
Perché tutte queste speranze?Vivo nelle tempeste, 
questa è la verità.
Quegli occhi!
Prigioniero di quel smeraldo,
sorrido con le lacrime che sgorgano
e ciò nonostante voglio ammirare altri riflessi.
Continuo le passeggiate notturne,
e nuovi occhi in cui perdermi, 
e specchi dove riflettermi,
e vederti sempre viva e mai mia

Testo e Immagine di Diego Gambini
https://www.instagram.com/diego.gambini/?hl=it

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments