PRIMAVERA TEMPO DI GITE FUORI PORTA: LODI

0
1701

Oggi vi propongo, cari milanesi e non, una splendida passeggiata in quel di Lodi per chi ancora non la conosce. Sono lodigiano di adozione ormai da un po’ di anni, l’amo e appena posso la consiglio agli amici. Andiamo a raccontare……

Fu fondata da Federico Barbarossa sulle  rive dell’Adda . Dista circa 37 km da Milano. Se non volete usare la macchina è facilmente raggiungibile da ogni stazione di Milano con corse circa ogni 10-20 minuti, con un costo di solo 3.50 euro a testa.

Annovera chiese bellissime e una piazza che, secondo me, non ha nulla da invidiare a quella  più nota di Vigevano. Dalla stazione prendete il lungo viale alberato che vi porterà in piazza Castello. Adornata dal bellissimo torrione coi resti delle ‘antiche mura; si prosegue per la piazza della Vittoria a schema quadrato con bellissimi palazzi e naturalmente il Duomo, stile romano, edificato intorno all’anno 1100 d.c..In una traversa laterale della suddetta piazza prendiamo via Incoronata dove si trova uno dei più importanti esempi di arte barocca il Santuario dell’ Incoronata, edificato  da

Giovanni Battaggio, allievo del Bramante. Troverete opere del Borgognone e di tutta la stirpe dei Piazza da Lodi, famiglia di eccelsi pittori ( a mio modesto parere un gioiello raro assolutamente da non perdere).

Altra chiesa di notevole valore e’ quella di  S.Francesco nell’omonima piazza, detta anche del vecchio ospedale, edificata nel 1280 con facciata in cotto rosato e ‘ interno decorato che vi sorprenderà per gli affreschi che vanno dal 300 al 7oo d.c..

Propongo anche una piccola curiosità: se entrate nel vecchio ospedale troverete un bellissimo chiostro e una delle esposizioni più particolari che possiate immaginare: il Museo di Paolo Gorini, che fu illustre matematico, scienziato  e preparatore di imbalsamazione, nato nel 1881. In questo piccolo spazio espositivo troverete una cinquantina di mummie e organi mummificati e…un consiglio non portate bimbi e persone particolarmente impressionabili.

Siete stanchi? Volete  fare una piccola pausa, bevendo dell’ottimo vino bianco mosso, accompagnato dalla raspadura? Vi chiederete… Ma che e’ sta cosa?… Il lodigiano produce uno dei migliori formaggi grana del territorio, appunto il grana lodigiano: la forma viene tagliata in due e con un coltello a spatola, si gratta la superficie creando delle sottilissime sfoglie di questa meraviglia che si mangia con le mani, sorseggiando il vinello fresco e frizzante.

Per lo shopping percorrete corso Roma, dove troverete griffe alla moda e non solo; ma se cercate qualcosa di più particolare potete venire la prima domenica del mese, i negozi sono tutti aperti e in piazza Castello fanno un carinissimo mercatino dell’antiquariato. I negozi gastronomici espongono all’esterno i prodotti tipici della città, compresa l’ottima torta detta “tortionata”, bomba calorica fatta con burro e mandorle tritate.

Vi consiglio anche una capatina alla  pasticceria ‘La Lombarda’ in via Marsala che vi sorprenderà, con una scelta di ottimi pasticcini, specialmente cannoli alla panna e meringhe… Impossibile non lasciarsi tentare….

Spero tanto di avervi incuriosito e vedrete non resterete delusi!

Alla prossima!