SONO GIOVANNA LA SORELLA DI MASSIMILIANO

0
787

Quanto rumore può fare la nascita di un figlio con problemi in una famiglia

Mi reputo ”fortunata” ad aver imparato a conoscere, tramite mio fratello, quello che viene definito il  “mondo” della fragilità; quanto amore, rispetto e determinazione ci possa essere in persone che hanno mille difficoltà ad affrontare anche le più piccole necessità della vita quotidiana.

focarelli-g-articolo-foto2Nonostante si siano fatti passi da gigante per rendere la vita più dignitosa ai nostri ragazzi,  c’è ancora tanto da fare per riuscire ad abbattere gli ostacoli che ancora oggi si incontrano quando c’è bisogno di un aiuto concreto da parte di  enti pubblici come Comune  o Regione.

 La burocrazia penso che sia al primo posto.

Sottolineo  il fatto che, per esperienza personale, ho però incontrato molto spesso persone sensibili che si occupano di ragazzi come mio fratello, senza nessun tornaconto, solo per missione ed è grazie a loro, se tante persone meno fortunate di noi, possono vivere la loro vita a 360°.

La sofferenza più profonda per una persona con disabilità intellettiva e psichica  è avere la consapevolezza di non essere “come gli altri”.  Mio fratello vive ogni giorno questo dilemma; la non accettazione dei propri limiti, della propria disabilità. Questa situazione lo fa soffrire tantissimo e di conseguenza noi tutti familiari accusiamo il suo dolore.

giovanna-focarelli-articolo-1-fotoTutte le mie gioie, sono state sempre dolori per  mio fratello Massimiliano,  quando ho preso la patente, quando  mi sono sposata, quando ho avuto mia figlia per me sempre tanta felicità  ma, negli occhi di mio fratello tanta tristezza. Penso che, per chi ha una persona con  disabilità in famiglia, sia difficile vivere totalmente nella serenità;  tutto quello che si fa, ha un non so che di amaro, perché il pensiero va sempre verso la persona che non potrà mai vivere la propria vita appieno.

Quello che mi auguro è di poter sempre garantire a mio fratello, una vita il più possibile dignitosa potendo sempre trovare  la forza di stargli accanto per proteggerlo ed aiutarlo nel momento del bisogno. 

SHARE
Previous articleLA MASSOTERAPIA
Next articleDEMETRIO FOCARELLI : MUSICISTA E SOUND DESIGNER
Focarelli GIovanna
Sono Giovanna Focarelli, ho 51 anni, sono sposata da 30 e ho una figlia stupenda di 27. Sono la sorella maggiore di 4 figli, il secondogenito, Massimiliano è il dono più grande che mi poteva capitare. Un ragazzo con fragilità, ma con tantissime qualità da lasciare a bocca aperta. Il dono che penso di possedere e, una predisposizione per “l’altro”; sono particolarmente sensibile alle problematiche altrui. E provo una grande sofferenza per le fragilità in generale. Credo sia importante fare una comunicazione corretta e far conoscere delle realtà che a volte le persone non sanno esistere.